Preghiera

Meditazioni e Riflessioni su:

QUARESIMA

Cammino di Quaresima  con Madre Teresa di Calcutta

"Quaresima e un tempo per un amore più grande..."

 

♦V Settimana

♦Letture per le V Settimana di Quaresima

<<<V Settimana di Quaresima>>>

♦La festa dell'Annunciazione il 25 di marzo

♦Letture per La festa dell'Annunciazione

♦“La vita è il dono più meraviglioso di Dio”

(Santa Teresa di Calcutta)

 

Vogliamo vedere Gesù.

Riguardo a questa richiesta, in quell'ora che cosa ha detto e fatto Gesù? Dal Vangelo non risulta chiaramente se ci sia stato un incontro tra quei Greci e Gesù. Lo sguardo di Gesù va molto più in là. Il nucleo della sua risposta alla richiesta di quelle persone è: "Se il chicco di grano, caduto in terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto" (Gv 12, 24). Ciò significa: non ha importanza ora un colloquio più o meno breve con alcune poche persone, che poi ritornano a casa. Come chicco di grano morto e risorto verrò, in modo totalmente nuovo e al di là dei limiti del momento, incontro al mondo e ai Greci. Mediante la risurrezione Gesù oltrepassa i limiti dello spazio e del tempo. Come Risorto, Egli è in cammino verso la vastità del mondo e della storia. Sì, come Risorto va dai Greci e parla con loro, si mostra loro così che essi, i lontani, diventano vicini e proprio nella loro lingua, nella loro cultura, la sua parola viene portata avanti in modo nuovo e compresa in modo nuovo - viene il suo Regno. Possiamo così riconoscere due caratteristiche essenziali di questo Regno.

 

La prima è che questo Regno passa attraverso la croce. Poiché Gesù si dona totalmente, può come Risorto appartenere a tutti e rendersi presente a tutti. Nella santa Eucaristia riceviamo il frutto del chicco di grano morto, la moltiplicazione dei pani che prosegue sino alla fine del mondo e in tutti i tempi. La seconda caratteristica dice: il suo Regno è universale. Si adempie l'antica speranza di Israele: questa regalità di Davide non conosce più frontiere. Si estende "da mare a mare" - come dice il profeta Zaccaria (9, 10) - cioè abbraccia tutto il mondo.

 

Questo, però, è possibile solo perché non è una regalità di un potere politico, ma si basa unicamente sulla libera adesione dell'amore - un amore che, da parte sua, risponde all'amore di Gesù Cristo che si è donato per tutti. Penso che dobbiamo imparare sempre di nuovo ambedue le cose - innanzitutto l'universalità, la cattolicità. Essa significa che nessuno può porre come assoluto se stesso, la sua cultura e il suo mondo. Ciò richiede che tutti ci accogliamo a vicenda, rinunciando a qualcosa di nostro. L'universalità include il mistero della croce - il superamento di se stessi, l'obbedienza verso la comune parola di Gesù Cristo nella comune Chiesa. L'universalità è sempre un superamento di se stessi, rinuncia a qualcosa di personale.

L'universalità e la croce vanno insieme. Solo così si crea la pace.

 

La parola circa il chicco di grano morto fa ancora parte della risposta di Gesù ai Greci, è la sua risposta. Poi, però, Egli formula ancora una volta la legge fondamentale dell'esistenza umana: "Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna" (Gv 12, 25). Chi vuole avere la sua vita per sé, vivere solo per se stesso, stringere tutto a sé e sfruttarne tutte le possibilità - proprio costui perde la vita. Essa diventa noiosa e vuota. Soltanto nell'abbandono di se stessi, soltanto nel dono disinteressato dell'io in favore del tu, soltanto nel "sì" alla vita più grande, propria di Dio, anche la nostra vita diventa ampia e grande. Così questo principio fondamentale, che il Signore stabilisce, in ultima analisi è semplicemente identico al principio dell'amore. L'amore, infatti, significa lasciare se stessi, donarsi, non voler possedere se stessi, ma diventare liberi da sé: non ripiegarsi su se stessi - cosa sarà di me -, ma guardare avanti, verso l'altro - verso Dio e verso gli uomini che Egli mi manda. E questo principio dell'amore, che definisce il cammino dell'uomo, è ancora una volta identico al mistero della croce, al mistero di morte e risurrezione che incontriamo in Cristo. ... è forse relativamente facile accettare questo come grande visione fondamentale della vita.

 

Nella realtà concreta, però, non si tratta di riconoscere semplicemente un principio, ma di vivere la sua verità, la verità della croce e della risurrezione. E per questo, di nuovo, non basta un'unica grande decisione. È sicuramente importante osare una volta la grande decisione fondamentale, osare il grande "sì", che il Signore ci chiede in un certo momento della nostra vita. Ma il grande "sì" del momento decisivo nella nostra vita - il "sì" alla verità che il Signore ci mette davanti - deve poi essere quotidianamente riconquistato nelle situazioni di tutti i giorni in cui, sempre di nuovo, dobbiamo abbandonare il nostro io, metterci a disposizione, quando in fondo vorremmo invece aggrapparci al nostro io.

 

Ad una vita retta appartiene anche il sacrificio, la rinuncia. Chi promette una vita senza questo sempre nuovo dono di sé, inganna la gente. Non esiste una vita riuscita senza sacrificio. Se getto uno sguardo retrospettivo sulla mia vita personale, devo dire che proprio i momenti in cui ho detto "sì" ad una rinuncia sono stati i momenti grandi ed importanti della mia vita.

P. Benedetto XVI

 

 

 

 

 

♦SETTIMANA SANTA:

♦Domenica delle Palme

♦Giovedì Santo

♦Venerdì Santo

La Novena alla Divina Misericordia insegnata da Gesù

(La novena si comincia il venerdì santo)

♦ Madre Teresa un modello della Divina Misericordia in pratica

 

♦Sabato Santo

 

 

♦Messaggio di P. Francesco per la Quaresima

“Ecco, noi saliamo a Gerusalemme…” (Mt 20,18).

Quaresima: tempo per rinnovare fede, speranza e carità.

 

♦Via Crucis ,

 ♦Via Crucis in Power Point

 

 

 

 

 

 

Testo © Mother Teresa Center of the Missionaries of Charity

 

 

 

Mother Teresa Center

3835 National Avenue

San Diego, CA 92113

USA

-------------------------------------------------

mtc@motherteresa.org

www.motherteresacenter.org

--------------------- -------------------

Italiano  ♦English  ♦Español  ♦Français  ♦Português  ♦Deutsch ♦中文