♦Riguardo a Missionarie della Carità

 

  La famiglia spirituale fondato da Madre Teresa

 

Lettere di Sr. M. Prema, MC

22 Novembre 2020 –Festa di Cristo Re

 

 

 

Notiziario

Natale 2020

 

 

Nagasaki, Giappone. Pace a tutti. Oggi ho 62 anni, ma lasciatemi raccontare la mia storia. Soltanto 13 anni fa mi sono imbattuta per la prima volta in un libro di Madre Teresa. Entrando in negozio di libri mi sono recata direttamente davanti allo scaffale dove c’erano i libri di Madre Teresa, proprio come se qualcuno mi avesse guidata lì. Il titolo del libretto che stava tra le mani era, “Parole di Madre Teresa, un regalo di Dio”. Questo libro mi ha procurato l’incentivo di riflettere sulla mia propria esistenza, il modo in cui penso, in cui vivo, in cui accetto ogni cosa che mi accade, la condizione del mio cuore, il mio atteggiamento di ascolto degli altri. Se non avessi avuto l’opportunità di leggere questo libro, sarei forse diventata una malata mentale. Nel mio cuore è nato a poco a poco il desiderio di andare a Calcutta.

 

In quei giorni ho scritto una lettera alle suore MC in Tokyo, chiedendo, “Lasciate fare qualcosa anche a me. Potreste spedire in India alcune spugne che io stessa ho fatto creato?” Mi risposero di mandarle loro un modello. Da allora in poi una volta all’anno spedisco alle suore le spugne ecologiche per pulire le pentole, fatte da me.

Nel 2019, dal 1 al’8 di maggio sono finalmente riuscita ad andare a Calcutta. Nell’offrire il mio lavoro di volontariato in Kalighat, sentivo nel mio cuore l’amore della Madre. Dal momento che in India avevo ricevuto moltissime grazie, ho pensato di fare qualcosa di più. Così dal settembre dello stesso anno per due mesi ho cominciato a pulire il giardino della mia Parrocchia e a piantarvi semi di fiori che sarebbero sbocciati la primavera seguente. Lavoravo da sola, ma non mi sono mai sentita stanca o affaticata. Al contrario, ho potuto lavorare con il cuore straripante di gioia perché avevo voluto piantare fiori davanti alla casa di Dio.

 

Poi, nel novembre del 2019 ho ricevuto una telefonata da una suora di un’altra congregazione, “Non abbiamo a sufficienza infermiere. Potresti venire?” Dall’aprile del 2020 ho cominciato a lavorare in una casa di riposo per suore anziane. Sono grata di aver potuto stare vicino a queste sorelle. Erano 14, alcune con demenza. Parlo con loro, una alla volta e offro loro semplici servizi. Quando mi prendo cura di loro (per esempio spalmando una crema per l’eczema, massaggiando mani e gambe o massaggiando il ventre per chi ha problemi di costipazione, ecc.) le suore sempre si rivolgono a me con le mani giunte dicendo, “Grazie.” “Ti sono riconoscente.”, “Scusami se ti porto via il tempo in cui dovresti pranzare.” In quei momenti i loro volti, generalmente inespressivi, si illuminano con un sorriso. Sono riconoscente a queste sorelle perché mi permettono di ricevere tante grazie. Provo la gioia di essere capace di accompagnarle con gentilezza, ricordando le parole della Madre e facendo piccole cose con grande amore. Posso notare come, di giorno in giorno, i loro visi diventino sempre più luminosi.

Come pregava la Madre, anch’io ho cominciato a pregare, “Signore, fa di me un canale della tua pace,” “Per favore, usa le mie mani e i miei piedi,” prima di andare dalle suore. Mi ricordo sempre anche della canzone composta con le parole della Madre, “Signore, per favore, usami.”

 

Sono grata a Dio, alla Madonna, a San Giuseppe e alla Madre dal profondo del mio cuore e rendo grazie a Dio anche per permettermi di rimanere in contatto on le MC suore. Prego per un’abbondanza di benedizioni e grazie su ognuno di voi.

(Y. K.)

 

 

Brisbane, Australia. Saluti da Brisbane, in Australia! La Pace sia con voi! Vorrei raccontarvi come ho conosciuto le Missionarie della Carità. Negli anni in cui vivevo in un rifugio per senza tetto, mi sono recato in un bar. Mentre, seduto insieme ai miei amici, stavamo prendendo una forte quantità di droga, due suore si sono avvicinate a noi, cominciando a dialogare con noi. Una delle suore mi ha detto, “La pace sia con te!” Ha chiesto poi il mio nome e ci ha invitati ad una sala-mensa dove ogni sabato mattina veniva servita una colazione per i poveri. La prima volte che ci sono andato, ho subito sentito l’amore speciale che Dio aveva per ciascuno di noi e che mostrava attraverso l’amore delle suore.

 

Prima della colazione le suore leggevano il Vangelo di quella settimana, poi si cantava un inno, seguito da un Padre Nostro, una Ave Maria, un Gloria e la benedizione del cibo. L’accoglienza delle suore è stata cordiale, piena di attenzione generosità. Ho continuato ad andare alla mensa ogni sabato ed ho veramente provato una grande gioia, percepivo l’amore di Dio attraverso le suore. Tutto questo mi ha aiutato a cominciare a valutare la mia situazione e ho cominciato a pormi domande sul significato della mia vita.

 

Poco dopo ho incontrato un altro gruppo di cattolici che mi hanno aiutato a diventare cattolico quando avevo 33 anni. Sono stato battezzato e cresimato. All’età di circa 40 anni ho trovato alloggio vicino alla residenza delle suore. Mi hanno invitato un paio di volte a partecipare all’ adorazione che fanno di sera. Lì ho imparato moltissimo nell’osservare la devozione delle suore verso Dio e il loro amore verso il prossimo e Mamma Maria. Veramente mi hanno ispirato e aiutato a crescere nella adorazione a Dio, nell’amore per Gesù, Maria, il mio prossimo e a crescere nella fede. Devo molto alle Missionarie della Carità.

 

Circa due anni fa, una delle suore mi ha chiesto se fossi stato interessato a diventare un collaboratore sofferente. La richiesta mi ha colmato di gioia. Così ora, quando le cose non vanno come io vorrei e mi creano sofferenza o pena, offro tutto al Signore per amore della suora a cui sono unito in preghiera e un profondo senso di pace inonda la mia mente e il mio spirito. Ringrazio il Signore per la Missionarie della Carità. Se non fosse stato per loro, veramente non so dove sarei ora. Grazie.

 

Gesù e Maria, vi amiamo. Abbiate misericordia e salvate le anime.

Amen

(David McMahon)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

♦Suore Attivi   ♦Suore  Contemplativi

♦Fratelli  Attivi   ♦Fratelli  Contemplativi

♦Padri

♦Movimento per Sacerdoti Corpus Christi

♦Collaboratori e i collaboratori ammalati e sofferenti

♦Volontari di Madre Teresa

 ♦ Missionari Laici della Carità (LMC)

Lettere ai Collaboratori,

Collaboratori malati e sofferenti,

al Movimento dei Laici

e ai volontari

Statistiche 2015

 

 

 

 

 

 

Testo © Mother Teresa Center of the Missionaries of Charity

 

Mother Teresa Center

3835 National Avenue

San Diego, CA 92113

USA

-------------------------------------------------

mtc@motherteresa.org

www.motherteresacenter.org

--------------------- -------------------

Italiano  ♦English  ♦Español  ♦Français  ♦Português  ♦Deutsch ♦中文