Mother Teresa an apostle of Mercy



 

Oggetto

Venerando la Misericordia di Dio, che è amore, bontà e pietà, veneriamo lo stesso Dio. Alla luce della dottrina cattolica Dio è estremamente semplice, "non ci sono in Lui le parti", ossia tutto ciò che è in Dio, è Dio. "E così - scrive don I. Rozycki - Dio non solo è saggio, ma è anche Sapienza; non solo è onnipotente, ma è Onnipotenza; nei riguardi del mondo non solo manifesta la sua provvidenza, ma è la Provvidenza; non solo ci ama, ma è Amore; non solo è misericordioso, ma è Misericordia. Perciò la Sapienza, la Provvidenza, l'Onnipotenza, l'Amore, la Misericordia che sono la stessa cosa che è Dio, hanno da parte nostra il diritto alla venerazione religiosa" (R., p. 8).

Oggetto del culto nella devozione, di cui si parla nel Diario di Suor Faustina, è la misericordia di Dio, Uno e Trino. Questa misericordia è amore, bontà e pietà. Ha gli attributi propri dello stesso Dio, perché‚ è incomprensibile, insondabile, indicibile e infinita. Benché‚ si parli qui della misericordia di Dio nella Santissima Trinità, tuttavia la Persona privilegiata in questa devozione è Gesù Cristo, perché‚ è a Lui che in qualche modo si riferiscono tutte le nuove forme del culto della Divina Misericordia. Persino la coroncina alla Divina Misericordia, che è diretta a Dio Padre, fa riferimento al valore della Passione dolorosa del Figlio di Dio ed è Lui che dona tutte le grazie legate a questa preghiera.

Questo eccezionale posto di Gesù nella devozione alla Misericordia di Dio ha una sua profonda motivazione nelle parole del Vangelo: "Io sono la via e la verità e la vita: nessuno viene al Padre se non per mio mezzo" (Gv l4,6). La devozione alla Misericordia di Dio è quindi giustamente chiamata devozione a Gesù Misericordioso. Ambedue le definizioni, per quanto riguarda l'oggetto, esprimono l'essenza di questo culto.

La Divina Misericordia, che veneriamo in questa devozione, è inesauribile, più grande dei peccati di tutto il mondo. E' più generosa per i peccatori che per i giusti, poiché‚ soprattutto i primi ne hanno bisogno. "Quanto più è grande la miseria, tanto maggiore è il diritto che ha alla Mia misericordia" (Q. III, p. 398) - ha detto Gesù a suor Faustina.

 

 

Introduzione Oggetto Santa Faustina Kowalska
Il culto della Divina Misericordia Le promesse di Gesù Download
La festa della Divina Misericordia Coroncina della Divina Misericordia La Festa Il Decreto di Istituzione L'indulgenza plenaria La Novena La Coroncina

Le promesse di Gesu' misericordioso L' immagine Gesù misericordioso Le reliquie Il Diario

Leggi il Diario on-line PrefazioneIntroduzione

I QuadernoParte 1Parte 2Parte 3Parte 4Parte 5

II Quaderno Parte 1 Parte 2 Parte 3 Parte 4

III Quaderno Parte 1 Parte 2

IV Quaderno Parte 1

V Quaderno Parte 1 Parte 2

VI Quaderno Parte 1 Parte 2



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Free website counter