♦Preghiera

♦Meditazioni e Riflessioni sul:

Sacro Cuore di Gesù

♦Citazioni di Madre Teresa sul Sacro Cuor Gesù

 

Citazioni:

 

“Ho pregato molto per ottenere la grazia di rendere degne noi, MC [Missionarie della Carità], di fare santa la nostra ‘Società’ e le famiglie cui serviamo.

Le Promesse del Sacro Cuore e la supplica della Madonna giunsero chiare nel mio cuore: la Consacrazione della famiglia al Sacro Cuore con la devozione del Primo Venerdì [del mese] e il Rosario della Famiglia.”

 

“Diffondiamo la devozione al Sacro Cuore”

 

“Dovete imparare dal Cuore di Gesù. Ecco perché Gesù ha detto: ‘Imparate da Me’- non dai libri.

 

“Il Cuore di Gesù è un Cuore aperto. Trascorrete il vostro tempo in esso ... non è una scuola ordinaria o scuola convitto, o scuola per esami, ma è una scuola di Gesù dove venite a conoscere questo Cuore dove gli insegnanti sono Lui stesso e Sua Madre. Cosa dobbiamo imparare? Ad essere mite e umile; se noi siamo miti e umili allora impareremo a pregare. Se impariamo a pregare apparterremo a Gesù. Se apparteniamo a Gesù impareremo a credere e se crediamo impareremo ad amare e se amiamo impareremo a servire.”

 

Non lasciare che il passato ti disturbi - ma affida tutto nel Cuore di Gesù, e ricomincia da capo con gioia.”

 

“Nel mio cuore c’è una confidenza cieca [assoluta] confidenza nel Sacro Cuore.”

 

“Il Cuore di Gesù trafitto per amore ci ricorda la grande opportunità che ciascuno di noi ha nel ricevere il Corpo di Cristo e il Suo Sangue Prezioso, ogni giorno nell'Eucaristia.”

 

“I peccati contro la castità e la carità feriscono direttamente il Cuore di Gesù.”

 

“Dobbiamo dire a Gesù che vogliamo fare riparazione al Suo Sacro Cuore.”

 

“Affinché il Sacro Cuore di Gesù trovi in noi vera consolazione e riparazione, diffondiamo la devozione al Sacro Cuore prima in casa, fra le nostre con-sorelle e poi tra la nostra gente.”

 

“Lasciamo, quindi che il nostro amore e fedeltà diventi un sollievo per il Sacro Cuore.”

 

“Voglio diventare una santa secondo il Cuore di Gesù - mite e umile ..”

 

“Quando tutto per te si fa duro, rifugiati soltanto nel Sacro

Cuore e lì il mio cuore insieme a te troverà tutta la forza e l’amore.”

 

Continuate a guardare al Sacro Cuore  -  perché preoccuparsi …? - Gli appartenete …”

 

“Le Sue mani sono tese pronte ad abbracciarmi - e il Suo Sacro Cuore completamente aperto perché io possa entrare - per te, per me e per qualsiasi anima che desideri essere amata.”

 

“Dall’infanzia il Sacro Cuore di Gesù è stato il mio primo amore. - Ogni Venerdì è per me la festa del Sacro.

Mi piace molto la Messa del S.C. [Sacro Cuore] - perché nella preghiera dell’offertorio riecheggiano le parole del 10 settembre - ‘Lo farai questo per Me?’.”

 

Operando a Londra, tempo fa con le nostre sorelle, camminando sulla strada incontrammo un ragazzino.

Io gli chiesi. “Non dovresti essere qui. Dovresti essere con i tuoi genitori”. Lui rispose “Oh, ma mia madre non mi vuole perché ho i capelli lunghi. Ogni volta che sono ritornato a casa, mi ha cacciato fuori”.

Noi continuammo il nostro cammino e, quando ritornammo in quella la notte, lo ritrovammo. Aveva preso una forte dose [di droga] perciò lo dovemmo portare all’ospedale. Non potevo che riflettere per un momento che molto probabilmente sua madre era occupata con la fame dell’India, a raccogliere questo e fare quello, tuttavia non ha avuto tempo, neanche amore e attenzione, infatti non ha voluto il proprio figlio. Questo è quello che fa soffrire di più il Sacro Cuore di Gesù. Poiché Egli ha amato fino a soffrirne. E come possiamo noi amare i nostri poveri se non amiamo i nostri famigliari? L’amore comincia in casa.

 

Perché a volte l’agonia della desolazione è così grande e allo stesso tempo il desiderio dell’Assente così profondo che l’unica preghiera che riesco ancora a dire è: «Sacro Cuore di Gesù, confido in Te. Sazierò la Tua sete di anime».

 

Comprendo un poco le pene dell’Inferno, senza Dio. Non ho parole per esprimere ciò che voglio dire, eppure lo scorso Primo Venerdì – coscientemente e volontariamente mi sono offerta al Sacro Cuore di trascorrere persino l’eternità in questa terribile sofferenza, se ciò Gli desse ora un po’ più di gioia o l’amore di anche una sola anima.

 

Le condizioni in cui vivono le famiglie lebbrose sono terribili. Vorrei dare loro una casa migliore, sollevarli più vicino al Sacro Cuore, fare loro sapere che anch’essi sono gli amati figli di Dio e così dare loro qualcosa per cui vivere.

 

 

 

 

 

 

Testo © Mother Teresa Center of the Missionaries of Charity