Riguardo a Madre Teresa di Calcutta

 

Ciò che è necessario sapere

 

Notificazione-2

 

 

 

 

 "Qualunque cosa hai fatto ai più piccoli dei miei fratelli, l’hai fatta a Me."

 

 

 

54A A.J.C. Bose Road

Calcutta 700016

India

 

A chiunque possa essere interessato:

 

Questa nota è per informare che la Società delle Missionarie della Carità, la congregazione cattolica religiosa di suore fondata da Madre (Mary) Teresa (Bojaxhiu), MC, nella Archidiocesi di Calcutta il 7 ottobre 1950, costituisce l’erede legale della stessa Madre Teresa di Calcutta, che è deceduta a Calcutta il 5 settembre 1997. Madre Teresa è anche conosciuta come Madre Teresa di Calcutta, Beata Teresa di Calcutta dal 19 ottobre 2003, o Beata Madre Teresa di Calcutta.

Il patrimonio delle Missionarie della Carità include tutti i diritti sulla vita, opere, parole, nome, immagini e voce di Madre Teresa. Questi diritti sono protetti  da nazionali e internazionali diritti di autore e da altre leggi sulle proprietà intellettuali e dalle leggi che proteggono i diritti di figure pubbliche.

Madre Teresa ha chiaramente espresso le sue intenzioni  riguardo l’uso del suo nome e immagine in una dichiarazione del 14 ottobre 1984 (vedi l’allegato) in cui ha dato “tutti i diritti e responsabilità” alla sua successora.

La successora di Madre Teresa è la Superiora Generale delle Missionarie della Carità, che è il legale rappresentante della Società. La presente Superiora generale è Suor M. Nirmala Joshi, MC.

Un ulteriore evidenza a favore della relazione delle Missionarie della Carità con Madre Teresa è il fatto che Le Missionarie della Carità sono frequentemente chiamate” Suore di Madre Teresa”, “Ordine di Madre Teresa”, e “Figlie di Madre Teresa”, e che la congregazione è conosciuta da alcune persone solo con questi nomi.

Come simbolo di Madre Teresa, il “sari bordato di blu” che era indossato da Madre Teresa e che costituisce parte dell’abito religioso delle sue suore, è talmente caratteristico di Madre Teresa da diventare un simbolo riconosciuto a livello internazionale della sua persona. In effetti, questo tipo di sari non è più messo in vendita sul mercato pubblico in Calcutta perché è associato con l’abito religioso di Madre Teresa. Evidenza di questa associazione del sari con Madre Teresa è fornita nella fotografia allegata della sua benedizione alla sua successora, Sr. M. Nirmala, MC, la presente Superiora Generale delle Missionarie della Carità, e nelle copie allegate di alcune note pubblicate sul giornale a Calcutta all’epoca della sua morte. Questo dimostra che il sari bordato di blu è diventato un “marchio di fabbrica” di Madre Teresa e pertanto anche della sua congregazione religiosa. Il diritto del suo uso appartiene unicamente alle Missionarie della Carità.

 

 

 

Sr. M. Nirmala Joshi MC

Superiora Generale delle Missionarie della Carità

 

 

 

 

 

 

 

Testo © Mother Teresa Center of the Missionaries of Charity