♦Riguardo a Missionarie della Carità

 

  La famiglia spirituale fondato da Madre Teresa

 

   LAY ASSOCIATES-

   MISSIONARI LAICI DELLA CARITÀ (LMC)

 

♦La Storia

♦Il fine

♦Missione

♦Stile di vita

♦Preghiere quotidiane

♦Informazioni sui contatti

 

“Miei cari Missionari Laici della Carità, conservate la gioia di amare Gesù nel vostro cuore e condividete questa gioia con tutti coloro che incontrate. Fate un fermo proposito: ‘Io voglio, desidero, con la benedizione di Dio, essere santo’. Questo vi aiuterà a saziare la sete di Gesù di amore per le anime.” (Madre Teresa di Calcutta)

 

 

 

 

STORIA:

Il Movimento che prende il nome di Missionari Laici della Carità (LMC) è un’associazione internazionale del laicato - che comprende sia persone sposate, sia persone celibi e nubili -, che aderiscono allo spirito e al carisma della famiglia dei Missionari della Carità, e fanno voti privati di castità (anche coniugale), povertà, obbedienza e il quarto voto di servizio gratuito e di tutto cuore ai più poveri tra i poveri, cominciando con i membri della propria famiglia.

 

Il 16 aprile 1984 quattro laici hanno fatto i loro voti privatamente alla presenza di Madre Teresa nella Cappella dei Missionari della Carità Fratelli Contemplativi a Roma. Si erano formati già da diversi anni ad una vita di preghiera, di penitenza e di opere di misericordia e avevano poi studiato per due anni il documento “Familiaris Consortio”.

 

Il movimento è stato approvato il 25 febbraio 1987 dalla Diocesi di Roma. Per Grazia di Dio, è cresciuto rapidamente e si è diffuso in diversi Paesi in Europa, nell’America del Nord, Centrale e del Sud. Lo statuto è stato tradotto in più di 15 lingue.

 

 

 

 

IL FINE:

Rimanendo in mezzo al mondo, i Missionari Laici della Carità mirano a santificare se stessi e le proprie famiglie, consacrando a Dio se stessi, le loro famiglie e il mondo: offrendoGli ovunque adorazione attraverso la santità della loro vita che si esprime nella preghiera, nella penitenza e nelle opere di misericordia, secondo l’esempio della Santa Famiglia di Nazareth.

 

 

 

 

 

LA MISSIONE:

La missione particolare dei Missionari Laici della Carità è lavorare per la salvezza e la santificazione dei membri della propria famiglia e dei più poveri tra i poveri di tutto il mondo, attraverso:

• il loro continuo sforzo di trasformare la propria famiglia in un autentico santuario di amore   attraverso la preghiera in famiglia, il dialogo, la condivisione e il servizio;

• facendo cose ordinarie con amore straordinario, per la maggior gloria di Dio;

• una vita di preghiera, penitenza e servizio, contrassegnata dalla semplicità, umiltà e pratica degli insegnamenti del Vangelo; amando e adorando Gesù nel Santissimo Sacramento;

• la loro presenza di consacrati nel cuore del mondo;

• amando e servendo Gesù sotto il volto sfigurato dei più poveri tra i poveri;

• donando aiuto materiale, secondo le proprie possibilità, e conforto spirituale a coloro che ne hanno bisogno;

• condividendo, per quanto possibile, l’opera e la vita dei Missionari della Carità;

• accettando con gioia la propria sofferenza e offrendola al Signore con totale abbandono, amorevole fiducia e gioia.

 

 

 

 

 

STILE DI VITA:

Coloro che fossero interessati a far parte dei Missionari Laici della Carità dovranno fare un’esperienza di “Come and See” (Vieni a vedere), ovvero un periodo in cui frequentino regolarmente un gruppo di Missionari Laici della Carità per leggere, studiare e riflettere sullo Statuto, per venire a contatto con il direttore spirituale del gruppo e, se è possibile, con i Missionari della Carità. Al termine del loro “Come and See”, i candidati, dopo aver consultato il loro direttore spirituale, possono iniziare la loro formazione di un anno in preparazione ai voti temporanei.

 

Il simbolo della consacrazione dei Missionari Laici della Carità è un semplice crocifisso che essi ricevono all’inizio del periodo di formazione, da indossarsi sul cuore o al collo, e un crocifisso più grande che viene loro donato in occasione dei voti temporanei. Il loro modo di vestire è dignitoso e molto semplice: un segno della loro dedizione a servire i più poveri tra i poveri e un esempio di modestia per tutti.

 

I Missionari Laici della Carità hanno direttori spirituali e un coordinatore laico a livello locale, nazionale e internazionale. Ogni gruppo locale di Missionari Laici della Carità si incontra di regola una volta la settimana, oppure, se questo non è possibile, ogni quindici giorni. Gli incontri nazionali si tengono una volta l’anno, se possibile, e quelli internazionali ogni 4 o 5 anni.

 

 

 

 

PREGHIERE QUOTIDIANE:

Sono contenute nel piccolo libro di preghiere dei Missionari Laici della Carità. Molti pregano quotidianamente la Liturgia delle Ore, almeno le Lodi e i Vespri.

 

 

 

 

PER INFORMAZIONI:

Per ulteriori informazioni per favore contattare: mcbroscontemplative@tiscalinet.it

oppure

Missionaries of Charity – Contemplative

V. S. Agapito, 8

00177 Roma

Tel: 06 / 21.70.77.02

Fax: 06 / 21.70.77.03

 

 

 

 

Statistiche 2015

 

♦Suore Attivi   ♦Suore  Contemplativi

♦Fratelli  Attivi   ♦Fratelli  Contemplativi

♦Padri

♦Movimento per Sacerdoti Corpus Christi

♦Collaboratori e i collaboratori ammalati e sofferenti

♦Volontari di Madre Teresa

 ♦ Missionari Laici della Carità (LMC)

Lettere ai Collaboratori,

Collaboratori malati e sofferenti,

al Movimento dei Laici

e ai volontari

Statistiche 2015

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Testo © Mother Teresa Center of the Missionaries of Charity

 

: