La seconda Settimana di Avvento clicca qui >>>

Principe della PACE, vieni. clicca qui >>>

La giustizia fiorirà nel suo tempo, e la pienezza della pace, per sempre.

Osserviamo Giovanni Battista. Sta di fronte a noi, come esempio e stimolo, immagine di una vocazione virile. 
Usando parole forti, esige una metanoia, una radicale trasformazione del nostro comportamento. Coloro che saranno
Cristiani dovranno continuamente essere trasformati. La nostra naturale disposizione, in verità, ci trova sempre pronti ad assicurarci che ripaghiamo
con la stessa moneta,e a porci in una posizione di rilievo. Coloro che desiderano incontrare Dio hanno bisogno continuamente di una conversione interiore, 
di un nuovo orientamento. E questo si riferisce anche all’intera visuale della vita. Giorno dopo giorno ci incontriamo con il mondo delle cose visibili. 
Ci assale con pannelli e affizioni, trasmissioni, traffici e tutte le attività della vita quotidiana, in così grande quantità che siamo tentati di 
pensare che non esiste niente altro che questo. Ma la verità è che ciò che è invisibile è molto più grande e molto più prezioso di ogni cosa visibile. 
Una sola anima, nelle meravigliose parole di Pascal, è più preziosa che l’intero universo delle cose visibili. Ma per avere una consapevolezza viva di questo, 
abbiamo bisogno di una conversione, di un rivolgimento interiore, in modo da superare l’illusione di ciò che è visibile e di sviluppare
i nostri sensi, le orecchie e gli occhi per ciò che è invisibile. Questo deve essere più importante di qualsiasi altra cosa che ci bombarda giorno dopo giorno 
con una tale esagerata urgenza. Metanoeite: cambia la tua attitudine, 
così che Dio possa abitare dentro di te e, attraverso di te, nel mondo. (P. Benedetto XVI)

Dio cerca persone che possano essere portatori e messaggeri della sua pace. Preghiamo che non trovi i nostri cuori chiusi. Cerchiamo di essere
messaggeri alacri delle Sua pace, nel mondo di oggi. ... Quando celebriamo l’Eucarestia … Cristo si dona a noi e, nel fare questo, ci dona anche
la sua pace. Ce la dà, così che possiamo portare dentro di noi la luce della pace e possiamo darla agli altri. Ce la dà in modo da poter diventare
portatori e costruttori della pace nel mondo. Allora preghiamo: Signore, mantieni la tua promessa! Dove c’è conflitto, fai nascere la pace!
Dove c’è odio, fai che germogli l’amore! Dove le tenebre prevalgono, possa la luce brillare! Rendici messaggeri della tua pace! Amen. 
(P. Benedetto XVI)

Prepariamo i nostri cuori con grande amore, al suo arrivo in umiltà e mitezza. Pertanto... prendi una strofa alla volta della preghiera della pace: Signore, 
rendimi uno strumento della tua pace e usala durante l’intera giornata... Prega più frequentemente possibile quella frase e mettila in pratica.
PREGHIERA PER LA PACE
Signore, fa di me un canale della tua pace, così che dove c’è odio, io possa portare amore; che dove c’è ingiustizia,
io possa portare lo spiritodel perdono;
che dove c’è discordia, io possa portare armonia; che dove c’è errore, io possa portare verità;
che dove c’è dubbio, io possa portare fede; che dove c’è disperazione, io possa portare speranza;
che dove ci sono ombre, io possa portare la luce; che dove c’è la tristezza, io possa portare la gioia.
Signore fa che io possa piuttosto cercare di confortare invece di essere confortato, di capire invece di essere capito;
di amare invece di essere amato; perchè è col dimenticare se stessi che si trova,
è col perdonare che si è perdonati, è col morire che ci si risveglia alla vita eterna. Amen.
Santa Teresa di Calcutta 

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player